Blog

Paduli, il parco agricolo multifunzionale delle “Terre di Mezzo”

L‘ostello “biodegradabile” nell’oliveto, la casa degli animali da affetto dove con i randagi curati si pratica la pet therapy, il recupero delle case fatiscenti dei primi del ’900 da trasformare in case temporanee per le famiglie in difficoltà. E’ la Rural Revolution imperniata sul contrasto al consumo del suolo, l’efficientamento energetico, la valorizzazione delle risorse idriche e degli scarti delle lavorazioni, dei saperi tradizionali con ottica innovativa.

I protagonisti di questi progetti di sviluppo locale e rurale nel Mezzogiorno sono un soggetto pubblico (l’Unione dei Comuni delle Terre di Mezzo, ovvero 7 paesi in provincia di Lecce), un’associazione della società civile Leggi su Greenews.info…      

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo di rafforzare il proprio impegno a lungo termine nei mercati dell’energia a idrogeno e l’ambizione di diventare uno dei principali protagonisti mondiali nella fornitura di idrogeno privo di carbonio, in particolare per l’industria e i mercati della mobilità.

Air Liquide e Leggi su Greenews.info…      

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica.

A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. Ogni anno produciamo 300 milioni di tonnellate di plastica ed entro il 2030 potremmo raggiungere 619 milioni di tonnellate. Negli oceani ne finiscono 13 milioni di tonnellate: è come se trovassimo 16 buste colme di spazzatura per ogni metro delle nostre coste. Leggi su Greenews.info…      

Il paradosso della plastica. Ora le multinazionali ci vogliono salvare dall’eccesso di rifiuti nell’ambiente

BASF, ExxonMobil, Shell, SUEZ, Total, Chevron Phillips Chemical Company LLC, Mitsubishi Chemical Holdings, NOVA Chemicals, Formosa Plastics Corporation USA, Henkel, Procter & Gamble, Versalis (Eni) e altre 16 corporation “ attive nella value chain dei beni di consumo e della plastica”, e cioè che producono, utilizzano, vendono, processano, raccolgono e riciclano plastica. Sono queste le aziende che il 16 gennaio scorso hanno annunciato la costituzione dell’AEPW, l’Alliance to End Plastic Waste, un’alleanza mondiale (senza scopo di lucro) che ha l’ambizione di proporre “soluzioni innovative per contrastare la dispersione dei rifiuti di plastica nell’ambiente, in particolare negli oceani“. Un Leggi su Greenews.info…      

Ritorno al legno. Negli sci di Kastelaar ecologia e tradizione incontrano le nuove tecnologie

Riportare i materiali naturali espulsi dal processo di modernizzazione dentro la manifattura industriale. Se la plastica e tutti i materiali artificiali – in settori come quello delle attrezzature sportive, per esempio – hanno espulso materie prime come il legno è arrivato il tempo di reintrodurle nella catena produttiva. Lo fanno, già da alcuni anni, alla Kastelaar di Vicenza dove con il legno realizzano racchette da tennis, mazze da golf e soprattutto degli sci iconici: quelli che sembrano ”di una volta” ma hanno in realtà forme e tecnologie contemporanee e sono quindi competitivi e funzionali.

Ne abbiamo parlato Leggi su Greenews.info…      

Antonija Pacek: “il mare mi porta energia creativa e chiarezza meditativa”

La risposta femminile a Ludovico Einaudi”. Così è stata definita, dalla critica musicale italiana, Antonija Pacek, la compositrice cresciuta in Croazia, dove inizia a scrivere musica a soli sei anni. Poi la laurea a Cambridge e il lavoro a Vienna, dove si occupa di psicologia. Una vera figlia dell’Europa. Antonija, dopo gli album Soul Colours (2014) e Life Stories (2017), è uscita a dicembre con la sua ultima fatica, che racconta in musica una delle bellezze del suo Paese: il mare. Tanta natura in queste tredici composizioni originali, disponibili sulle principali piattaforme di streaming Leggi su Greenews.info…      

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi per probabilità e quattro per impatto.
I recenti fenomeni atmosferici estremi hanno infatti aperto gli occhi sulla minaccia del cambiamento climatico, ma è altrettanto preoccupante il tasso di accelerazione della perdita di biodiversità e i suoi impatti, come sottolineato nel Living Leggi su Greenews.info…      

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e Valle D’Aosta, per nuovi progetti di ricerca e innovazione che riguardano le sei aree del settore cleantech: energia, acqua, cambiamenti climatici, mobilità sostenibile, economia circolare e clean solutions.

“Il mondo dell’imprenditoria e della ricerca piemontese deve puntare fortemente sull‘innovazione a Leggi su Greenews.info…      

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX.

Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear (“capo logoro”, in italiano) è stata creata per incoraggiare le persone a prendersi cura dei propri capi, aggiustandoli se necessario, per fare in modo che durino il più a lungo possibile. Riparare la propria attrezzatura e utilizzarla per molte stagioni riduce Leggi su Greenews.info…      

Alex Bellini: 10 fiumi e un Oceano, verso l’origine del problema PLASTICA

Alex Bellini, classe 1978, oltre ad un”immensa resistenza fisica e psicologica può vantare sicuramente una grande originalità nello scegliere e disegnare le sue missioni estreme: attraversamento a remi dell’Atlantico, da Genova al Brasile; attraversamento, sempre a remi , dell’Oceano Pacifico con partenza da Lima in Perù ed arrivo in Australia. Poi attraversamento, sci ai piedi più slitta, di Vatnajökull (in Islanda) che viene definita la cappa di ghiaccio più grande per volume in Europa. Non si contano poi le partecipazioni alle maratone estreme: dai 1.400 km. a piedi in Alaska ai 5.300 km. (sempre a piedi) da Los Angeles a Leggi su Greenews.info…      

Statistiche

  • 4 Campagne
  • €4.226,00 Finanziati

© Copyright Greenfunding 2019